RAEE

RAEE: Per regolamentare la gestione a fine vita dei RAEE a livello comunitario è stata emanata la Direttiva 2002/96/UE, recepita in Italia con D.L. 151/2005. La nuova normativa introduce un nuovo e complesso sistema per la gestione a fine vita delle apparecchiature. Essa si applica alle apparecchiature elettriche ed elettroniche destinate sia ad uso domestico che professionale. Secondo la nuova disciplina, la responsabilità per la gestione dei RAEE sarà a carico del produttore di apparecchiature che dovrà finanziarne la raccolta dai centri in cui sono stati depositati, il trattamento e il recupero. Distributori e rivenditori dovranno invece assicurare il ritiro gratuito dei prodotti a fine vita all’atto di acquisto dei nuovi. I produttori dovranno istituire sistemi di recupero e trattamento dei RAEE, conformi alla normativa comunitaria, ricorrendo alle migliori tecniche disponibili. Tali sistemi dovranno raggiungere precisi obiettivi di reimpiego e recupero. Gli obiettivi minimi di raccolta fissati dalla direttiva vanno dal 70% in peso nel caso di piccoli elettrodomestici, giochi ed altro all’80% nel caso di grandi elettrodomestici. Per quanto riguarda l’efficienza di riciclo si richiede da un minimo del 50% in peso per piccoli apparecchi al 75% per i grandi elettrodomestici, fino all’80% per le lampade scariche.

Condividi...
FaceBook  Twitter